La Regione Veneto, con Dgr. 2222 del 23 dicembre 2016 , ha indetto un Bando per l’erogazione di contributi alle imprese per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico. REQUISITI E CRITERI DA OSSERVARE con particolare attenzione AI FINI DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO (Dgr 2222/2016)

LOCALIZZAZIONE:

Sono esclusi i Comuni totalmente montani.

SOGGETTI AMMISSIBILI:

  • PMI che sono regolarmente iscritte nel Registro delle imprese o al R.E.A. . e attive presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, competente per territorio;
  • gestiscono e/o sono proprietarie di strutture ricettive, la cui sede operativa, nella quale realizzare il progetto;
  • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non sono in stato di liquidazione o di fallimento e non essere soggetta a procedure di fallimento o di concordato preventivo;
  • presentano una situazione di regolarità contributiva previdenziale e assistenziale;
  • Non presentano le caratteristiche di impresa in difficoltà così come definite dall’articolo 2, punto18, del Regolamento (UE) n. 651 del 17 giugno 2014;
  • strutture ricettive alberghiere (articolo 25, L.r. n. 11/2013): alberghi o hotel, villaggialbergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi;
  • strutture ricettive all’aperto (articolo 26, L.r. n. 11/2013): villaggi turistici, campeggi;
  • strutture ricettive complementari (articolo 27, L.r. n. 11/2013): alloggi turistici, case per vacanze, unità abitative ammobiliate ad uso turistico, bed & breakfast.
  • il beneficiario deve essere in possesso della capacità amministrativa, finanziaria e operativa.
  • Ogni impresa può presentare una sola domanda di finanziamento per ciascuna struttura ricettiva dalla stessa gestita.

TIPOLOGIA INTERVENTI AMMISSIBILI: VEDERE ART.5 BANDO pag. 5 Il progetto prevedere il finanziamento a fondo perduto per interventi finalizzati a innovare e differenziare l’attuale tipologia di offerta, favorendo lo sviluppo di nuovi prodotti turistici e/o la differenziazione dei prodotti attuali, l’allungamento della tradizionale “stagione turistica”, valorizzando specifiche risorse locali, riposizionando le imprese e le destinazioni per intercettare nuove tipologie e flussi di turisti e rispondere così alle aspettative del mercato e alle nuove famiglie motivazionali della domanda turistica. Sono ammissibili iniziative, opere e investimenti realizzati nelle strutture ricettive per fornire ai turisti, a pagamento, alloggio temporaneo non residenziale e altri servizi durante il soggiorno del cliente.

  • IL PROGETTO DEVE ESSERE CONCLUSO ED OPERATIVO ENTRO 20 MESI DALLA DATA CHE APPROVA L’AMMISSIONE A SOSTEGNO, si dovrà dimostrare che:
    • Le attività sono state effettivamente realizzate
    • Le spese sono state sostenute
    • Ha realizzato l’obiettivo per cui è stato ammesso a finanziamento
  • Il progetto deve iniziare successivamente alla data di presentazione della domanda di sostegno
  • Non sono ammissibili interventi di nuova costruzione o interventi su edifici esistenti da destinarsi a sede operativa di una nuova struttura ricettiva. (salvo per immobili che possiedono la destinazione d’uso turistico-ricettiva)
  • Gli interventi non potranno riguardare in ogni caso gli adeguamenti di carattere obbligatorio ai sensi di legge

SPESE AMMISSIBILI:

  • VEDERE ART.6 BANDO 6
  • LE SPESE DEVONO ESSERE:
    • PERTINENTI E FUNZIONALI E NECESSARIE ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO PROPOSTO
    • SOSTENUTE DOPO LA DATA DI PRESENTAZIONE E PAGATE ESCLUSIVAMENTE DAL BENEFICIARIO
    • AL NETTO DI IVA
    • RIFERITE A BENI E SERVIZI ACQUISTATI A CONDIZIONI DI MERCATO DA TERZI
  • I BENI DEVONO ESSERE:
    • AMMORTIZZABILI
    • USATI ESCLUSIVAMENTE NELLE UNITA’ OPERATIVE DESTINATARIE DELL’AGEVOLAZIONE

SPESE NON AMMISSIBILI:

  • VEDERE ART.7 DEL BANDO 7, In particolare:
    • Acquisti di immobili e terreni
    • Per materiale di consumo
    • Di avviamento o di rappresentanza
    • Di funzionamento per la gestione della società (canoni, locazioni e fitti, energia, spese telefoniche, prestazioni professionali amministrativo – contabili, cassetta pronto soccorso, RaEE
    • Relative a beni usati
    • Di pubblicità
    • per l’acquisto di mezzi di trasporto
    • spese di personale

FORMA, SOGLIE INTENSITA’ DEL SOSTEGNO: I contributi a fondo perduto sono concessi nelle seguenti misure che variano a seconda del regime d’aiuto prescelto dal richiedente:

  • Regime DE MINIMIS: sono ammissibili gli interventi con importi complessivi di spesa ammissibile non inferiore a 000,00 euro e fino ad un massimo di 666.666,67 euro. Il contributo massimo sarà del 30% della spesa ammissibile fermo restando l’aiuto massimo di € 200.000,00.
  • Regime di aiuti compatibili con il mercato interno ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione Europea del 17 giugno 2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato (GU L 187 del 26 giugno 2014, pagine 1 – 78). Il Regolamento stabilisce che gli aiuti agli investimenti a favore delle PMI sono compatibili con il mercato interno ai sensi dell’articolo 107, paragrafo 3 del trattato, purché soddisfino le condizioni di cui all’articolo 17 e al capo primo del medesimo Regolamento, il contributo sarà:
    1. Per le micro e piccole imprese il contributo previsto è massimo del 20% della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto.
    2. Per le medie imprese il contributo previsto è massimo del 10% della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto.

Sono ammissibili interventi con importi complessivi di spesa ammissibile non inferiori a € 250.000,00 e fino ad un massimo di € 2.500.000,00 TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

  • La domanda può essere presentata a partire dal 18/01/17 fino alle 17:00 del 12/04/17
  • La domanda deve essere compilata e presentata in via telematica tramite il Portale SIU
  • La domanda è soggetta al pagamento dell’imposta di bollo digitale nella misura di 16 euro.
  • La domanda e i suoi allegati devono essere firmate digitalmente esclusivamente dal legale rappresentate dell’impresa.

DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA DA PRESENTARE:

  • Nel caso di scelta da parte del richiedente del regime “de minimis”, dichiarazione sugli aiuti ricevuti nell’ultimo triennio
  • Dichiarazione sulla localizzazione dell’intervento in rapporto alla Rete Natura 2000 e sulla relativa valutazione di incidenza
  • Dichiarazione relativa al “rating di legalità”
  • Relazione tecnico-illustrativa che illustri il progetto (approfondimenti a pag. 10 del bando)
  • Documentazione attestante il possesso dei requisiti
  • Le spese previste per la realizzazione del progetto al netto di IVA
  • Tutti gli allegati devono essere firmati digitalmente

CRITERI PREMIANTI: (pag.12,13,14,15,16 del Bando)

PUNTEGGIO: MINIMO 10 PUNTI e obbligatorio ottenere ALMENO 1 PUNTO totalizzato su:

  • Capacità operativa
  • Capacità finanziaria
  • Chiarezza della proposta progettuale
  • Capacità amministrativa

OBBLIGHI A CARICO DEL BENEFICIARIO:

  • Mantenere i requisiti di soggetto ammissibile per almeno 36 mesi successivi all’erogazione del saldo;
  • Mantenere sede operativa in uno dei comuni previsti dal bando per almeno 36 mesi successivi all’erogazione del saldo;
  • Comunicare alla Regione eventuale perdita dei requisiti
  • Comunicare l’eventuale rinuncia al sostegno
  • Accettare di essere incluso nell’elenco dei soggetti Beneficiari della Regione
  • Conservare la marca da bollo digitale
  • Conservare tutta la documentazione per 10 anni dalla data di erogazione del contributo, e tutta la documentazione relativa al progetto in un fascicolo separato
  • Osservare gli obblighi pubblicitari che danno visibilità alle iniziative cofinanziate dalla Regione
  • Inserire nel sito web le previsoni metereologiche di ARPAV
  • Utilizzare il DMS
  • Rispettare i termini, le prescrizioni e le condizioni previste nel bando.

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL SOSTEGNO E DI RENDICONTAZIONE: L’erogazione del sostegno al Beneficiario avverrà secondo le seguenti modalità:

  • Anticipo e saldo del sostegno

Anticipo del 40% entro il termine di 60 gg dalla comunicazione di ammissione al sostegno, necessaria la garanzia fideiussoria per l’anticipo del sostegno con durata fino a saldo del sostegno da spedire in originale alla Direzione del Turismo – Venezia.

  • Acconto e saldo del sostegno

Il Beneficiario nel modulo di domanda indica la data prevista di richiesta di acconto. Entro il termine perentorio di 60 giorni dalla data di acconto indicata nel modulo di domanda, il beneficiario presenta, tramite SIU, la domanda di acconto del 50% del sostegno. Non è previsto per il beneficiario che ha richiesto l’anticipo, richiedere l’acconto e viceversa.

  • Saldo del sostegno

Il Beneficiario presenta tramite SIU, la domanda di saldo entro il termine di un mese dalla data di conclusione del progetto; le spese non rendicontate entro tale termine non saranno ritenute ammissibili CONTATTACI per avere maggiori informazioni – davide@dafesrl.it – 346.033.28.39